Biotopo Paludi di Fraghis

Percorsi turistici di nicchia che possono migliorare la fruibilità turistica del territorio con particolare riferimento alle tematiche dell’eco turismo, slow tourism e turismo accessibile

PERCORSI PER TURISTI CON DISABILITÀ FISICHE, SENSORIALI E COGNITIVE, ANZIANI, FAMIGLIE CON CARROZZINE E FAMIGLIE CON ANIMALI

Percorsi pedonali – itinerari a piedi

Nessun percorso attrezzato esistente al momento. L’amministrazione comunale di Porpetto ha in progetto la realizzazione di sentieri attrezzati per la visita in sicurezza del territorio del Parco Intercomunale del Fiume Corno.

PERCORSI PER TURISTI NATURALISTI, ECOTURISTI, SPORTIVI

Percorsi pedonali – itinerari a piedi

Percorsi non attrezzati consentono la visita a piedi lungo il perimetro del Biotopo Paludi di Fraghis, un itinerario non ancora strutturato permette di entrare all’interno dell’ambito protetto. Si propone il seguente percorso:

  • partenza dal parcheggio antistante la chiesa parrocchiale di Porpetto, si attraversa il fiume Corno e attraverso vie cittadine si raggiunge il biotopo lato sud per proseguire attraverso una carrareccia costeggiando il perimetro est del biotopo.

Percorsi ciclabili – itinerari in bicicletta

Il territorio offre diverse opportunità per visitarlo comodamente in bicicletta, diversi percorsi permettono di scoprire in modo semplice senza difficoltà il territorio.
Vari percorsi cicloturistici collegano il biotopo agli altri ambiti territoriali, in modo particolare agli altri biotopi di risorgiva ma nondimeno verso la Bassa pianura friulana: i boschi planiziali, i fiumi e la laguna. Si propongono i seguenti percorsi:

  • partenza da Porpetto – Biotopo Paludi di Fraghis, percorrendo una viabilità secondaria si attraversa il Biotopo Paludi del Corno Gonars, si continua verso il Biotopo Torbiera Selvote (Castions di Strada) si prosegue poi verso i Biotopi delle risorgive dello Stella di Flambro e Virco ed il Mulino Braida (e viceversa);
  • partenza dall’abitato di Porpetto, passando per il biotopo Paludi di Fraghis, percorrendo una viabilità secondaria (sterrati per lo più) si raggiunge il Bosco della Sgobitta (Porpetto), residuo di bosco planiziale, per poi proseguire in direzione sud attraverso la campagna friulana, passando per i boschi planiziali di Carlino, attraversando i fiumi di risorgiva si arriva all’abitato di Marano Lagunare e la riserva naturale Valle Canal Novo (e viceversa);

Cartografie