Riserva Naturale Valle Cavanata

Percorsi turistici di nicchia che possono migliorare la fruibilità turistica del territorio con particolare riferimento alle tematiche dell’eco turismo, slow tourism e turismo accessibile

PERCORSI PER TURISTI CON DISABILITÀ FISICHE, SENSORIALI E COGNITIVE, ANZIANI, FAMIGLIE CON CARROZZINE E FAMIGLIE CON ANIMALI

Percorsi pedonali – itinerari a piedi

Diversi itinerari a piedi consentono la visita in sicurezza della riserva naturale. Ci sono percorsi sia interni alla riserva che conducono a schermature ovvero osservatori, sia sul perimetro della stessa realizzati per garantire, comunque, liberamente una buo- na interpretazione dei contenuti naturalistici della riserva e salvaguardare la tranquillità dell’avifauna e la conservazione degli ambienti. Si propongono i seguenti percorsi:

  • partenza dal Centro visite della riserva e attraverso un sentiero segnalato ci si addentra all’interno di una penisola della riserva con possibilità di affacci schermati e capanni per l’osservazione dell’avifauna;
  • partenza dal centro visite e percorrendo un camminamento in sicurezza lungo il perimetro nord e poi ovest della riserva si arriva al Ponte di Primero, percorso attrezzato con capanni per il birdwatching (e viceversa).

PERCORSI PER TURISTI NATURALISTI, ECOTURISTI, SPORTIVI

Percorsi pedonali – itinerari a piedi

Diversi itinerari a piedi consentono la visita in sicurezza della riserva naturale. Ci sono percorsi sia interni alla riserva che conducono a schermature ovvero osservatori, sia sul perimetro della stessa realizzati per garantire, comunque, liberamente una buona vista dei contenuti naturalistici della riserva e salvaguardare la tranquillità dell’avifauna e la conservazione degli ambienti. Si propongono i seguenti percorsi:

  • partenza dal Centro visite della riserva e attraverso un sentiero segnalato ci si addentra all’interno di una penisola della riserva con possibilità di affacci schermati e capanni per l’osservazione dell’avifauna;
  • partenza dal centro visite e camminata lungo il canale Averto fino al mare;
  • partenza dal centro visite e percorrendo un camminamento in sicurezza lungo il perimetro nord e poi ovest della riserva si arriva al Ponte di Primero, percorso attrezzato con capanni per il birdwatching (e viceversa).

Percorsi via acqua – itinerari in barca

La riserva non è visitabile via acqua, ma è raggiungibile via acqua. Itinerari interessanti via acqua, sia in barca come anche in canoa, all’esterno dell’ambito protetto nel vicino comprensorio lagunare, marino costiero e fluviale. Si propongono i seguenti percorsi:

  • partenza da Grado navigando tra i canali lagunari e prendendo poi il canale Natissa si arriva ad Aquileia (e viceversa);
  • partenza da Grado e percorrendo i canali lagunari arrivo Marano Lagunare (e viceversa).

Percorsi ciclabili – itinerari in bicicletta

Il territorio offre diverse opportunità per visitarlo comodamente in bicicletta, diversi percorsi permettono di scoprire in modo semplice senza difficoltà l’ambito protetto. Naturalmente la maggior parte degli itinerari in bicicletta rimangono sul perimetro della riserva. Molti itinerari partono da Grado e collegano la cittadina turistica con la riserva.
Vari percorsi cicloturistici collegano la Riserva ad altri ambiti territoriali come ad esempio la Riserva naturale delle Foci dell’Isonzo. Si propongono i seguenti percorsi:

  • partenza dal centro visite della riserva e lungo il canale e bosco Averto verso nord si percorre un itinerario ad anello di circa 9km che ritorna al centro visite.
  • partenza dal centro visite e lungo il canale aperto verso sud si costeggiando la riserva si raggiunge il mare e si può poi proseguire verso est fino a raggiungere il fiume Isonzo in località Caneo.
  • partenza da Grado e attraverso la ciclabile è possibile raggiungere la Riserva naturale (e viceversa).
  • dalla riserva via Grado si può continuare sulla ciclovia Alpe Adria fino ad Aquileia (e viceversa).

Cartografie